.
Annunci online

riflessioni sui fatti

12 maggio 2010
IL CAVAGLIERE INIZIA AD AVERE PAURA

ILCAVAGLIERE INIZIA AD AVERE PAURA

Da un articolo di oggi su Repubblica di Claudio Tito siviene ha sapere che il Cavaliere ( BERLUSCONI ) inizia ad avere paura che siripeti ciò che avvenne nel 1994 con le dimissioni da presidente del consiglio,eieri nella consueta riunione degli stati maggiori del partito lo ha messo inevidenza avvertendo i suoi di questa possibilità

Ma quali sono le cause ?. Secondo l’articolista ( e non solo) la paura di Berlusconi viene dalle vicende del G8 che sembra lo tocchino davicino ,e non solo, sembra che oltre ai così detti magistrati politicizzaticome li definisce lui ci sono anche problemi con i poteri forti internazionali( Americani ) che fanno opera di destabilizzazione per portare il governo alledimissioni. per quel che invece riguarda le inchieste del G8 sembra secondol’articolista ( ma non solo ) da ciò che viene fuori da questa inchiesta chefinirà per investire anche lui ,e sempre da altre inchieste giornalistichesembra che vi siano implicati oltre haScajola anche altri ministri . Ma del resto dopo le dimissioni di Scajola neicorridoi dei palazzi si parla apertamente della possibilità di un governo tecnico, e chi neparla di più apertamente sono i parlamentari del centro destra , tanto è veroche come dicevo sopra le voci sono arrivate anche in via del Plebiscito doveBerlusconi non la presa bene , sembra che era furioso ancor di più di quando haavuto lo scontro con Fini in diretta TV.

Perche si parla sempre di più di governo tecnico , bastavedere gli ultimi sondaggi che il gradimento e sceso al di sotto del 50% cheche ne dica falsamente Berlusconi che è al di sopra , ma un altro dato è quellointernazionale ed i rapporti con lo stato Americano che non anno gradito e nongradiscono le mosse del premier e cioè lo stretto rapporto con Gheddafi, ePutin .

E ancora se analizziamo le mosse del presidente della camerache ha invitato l’esecutivo ( governo ) ha conciliare nella politica economicadel governo il controllo della spesa con un occhio di attenzione per lacompetitività del sistema, dove Berlusconi la presa come un invito ad abbassarele tasse e per lui è una prevaricazione una cosa che un presidente della cameranon deve fare , ma anche la mossa fatta da Casini di formare un altro partitoche non si chiamerà più UDC dove almeno sulla carta dovrebbero confluire iFiniani assieme ha Rutelli e Montezemoloanche se ha lo stesso lo ha smentito , lo sta facendo proprio in prospettiva diquel governo tecnico da lui avanzato ed in seguito anche alle ultimeesternazioni del presidente della Repubblica che ha detto chiaro ( disciogliere le camere per ritornare al voto è prerogativa del presidente dellaRepubblica e non del presidente del consiglio ) e tondo che ha votare peradesso non si andrà e pertanto l’unica via possibile è quella di un governotecnico se Berlusconi si dimetterà.

Ed è da tutto ciò, inchiesta G8 , difficoltà ha calare letasse ,rapporto privilegiato Gheddafi Putine problemi suoi con la giustizia cheBerlusconi ha paura e che sarà costretto ha dare le dimissioni , edun’altra paura del premier è che sedovesse dare le dimissioni e si costituisse un governo tecnico non avrà più loscudo del legittimo impedimento e dovrà affrontare tutti i processi che sin quisi sono fermati .

Aspettiamo e sono sicuro che molto presto avremo nuovenovità in merito ha ciò che ho descritto e stanno scrivendo i giornalisti conle loro inchieste , io personalmente una quasi certezza la ho ed è che dopol’estate avremo un governo tecnico per fare le riforme o poco più dove alleprossime elezioni andremo ha votare conuna nuova legge elettorale con regole nuove chi vivrà vedrà



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi paura governo

permalink | inviato da laion il 12/5/2010 alle 14:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

13 aprile 2010
Lettera aperta all’onorevole Fioroni in merito alle critiche Ha Prodi

Letteraaperta all’onorevole Fioroni in merito alle critiche Ha Prodi

Carissimoonorevole lei nell’intervista rilasciata alla Nazione e altri giornalipubblicata oggi 12/04/10 critica e dice che non si può fare del PD un partitofederale guidato dai segretari regionali come afferma il presidente Prodi.

Io dicoinvece che è giusto e logico che all’interno della segreteria ci siano isegretari regionali in stretta collaborazione con il segretario nazionale, ledomando, chi meglio dei segretari regionali che sanno cosa è meglio per il territorio in cuisono sati eletti ed anno contatti con tutte le figure dei paesi o città per poiportarle nel parlamentino e trovare le soluzioni migliori da portare inparlamento, e poi perche non dovrebbero esserci , proprio perche come leiafferma il PD non è federale ma collegiale che i rappresentanti delle regionidebbano essere presenti forse che i segretari eletti non sono stati eletti conle elezioni primarie ma nominati ? Credo che siano stati eletti tutti con leprimarie come tra l’altro anche ilsegretario Bersani , e non vogliamo anche noi ha livello nazionale una cameradelle regioni ? O forse ho capito male ?

Poi lei siaddentra in una sorta di autocritica sulle ultime elezioni e addossa lasconfitta elettorale ai troppi tatticismi dilungandosi in affermazionicome: togliere di mezzo i feticci comel’organizzazione del partito e cosi via, veda carissimo onorevole se si è personelle ultime elezioni regionali e provinciali per esempio quelle che riguardala provincia di Viterbo in cui lei è il rappresentante locale, non è pertatticismi o per altre cause come lei enuncia ma si è perso perche leionorevole Fioroni ha abbandonato il suo elettorato per andare a perorare altricandidati di altre regioni per il semplice fatto che la sua chiesa ha fatto unanatema contro la candidata della regione Lazio facendo si che si perdesseanche la provincia di Viterbo, se lei era altrove come crede che chi si eramesso nelle liste del PD di area cattolica potesse farcela , e come crede chesi potesse mantenere la guida della provincia se lei ed altri che erano statieletti si trovavano altrove ? Lo sa cosapensano di fare nella sua provincia di appartenenza , se non lo sa glielofaccio sapere, vogliono andare ha chi la visto per la sua scomparsa dalla zonadove è stato eletto e di cui lei si dovrebbe occupare invece di andare haperorare la causa in altre zone d’Italia, lei è sparito non ultimamente ma damolto tempo, e pensare che non volevo credere ai suoi concittadini che midissero: da oggi che Fioroni è stato eletto vedrai che non si farà più vedere, devo dire che avevanoragione ( chi le scrive è un suo elettore ed è della provincia di Viterbo )

Una cosa lacondivido con lei all’Italiano inteso come persona fisica effettivamente noninteressa la nuova legge elettorale o simili ma interessa di più che sifacciano proposte per il lavoro il fiscoecc… ecc… come va dicendo sino alla nausea il segretario Bersani.

Carissimoonorevole al popolo del PD non interessano le sue esternazioni ma interessa chevoi siate più presenti nei territori in cui siete stati eletti ascoltando ilpopolo e portando in parlamento le sue richieste tradotte in disegni di leggi,solo così possiamo riprenderci ciò che ci è stato tolto con tutte le elezioniche abbiamo perso e possiamo riprenderci quella credibilità che abbiamo persoproprio per lo scollamento tra eletti e cittadini le chiedo e chiedo ha tuttigli eletti che sedete in parlamento scendete dal piedistallo in cui vi sietemessi ( perche vi ci siete messi da soli ) e ritornate dal popolo e vedrete chesi ritornerà a vincere.

Un cordialesaluto da un elettore del PD



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Fioroni Prodi organizzazione PD

permalink | inviato da laion il 13/4/2010 alle 14:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

6 marzo 2010
Lettera aperta al presidente della Repubblica

Lettera aperta al presidente della Repubblica

 

 

Egregio Sig. Presidente Napolitano le scrivo questa lettera aperta per manifestarle tutto il mio sdegno per il suo avvallo al decreto salva PDL

Credevo che da quando sono nato di aver visto e subito tutto ma quello che lei  oggi ha fatto con l’avvallo  del decreto credo che non ci sia più limite.

Io non so cosa le anno detto o intimato, perche ai miei occhi e non solo visto che davanti al suo portone ci sono centinaia di ITALIANI CHE RISPETTANO LE LEGGI E I REGOLAMENTI che protestano per ciò che lei ha firmato , non crede che con la sua firma abbia avvallato un abuso e il non riconoscimento delle leggi e dei regolamenti che lei in quanto capo supremo del CSM e delle forze armate è tenuto a far rispettare , le dico con grande sconforto che lei oggi 6/ marzo 2010 a ucciso la democrazia di questo paese che lei insieme ai padri nobili che fecero la costituzione a contribuito a fare dell’ITALIA un paese democratico e che da oggi rischia di diventare un paese a pensiero unico  , le vorrei fare una domanda, cosa crede che direbbero i padri costituenti del suo operato ? Non crede che si rivolterebbero nella tomba per aver contribuito con il suo avvallo allo stravolgimento dei regolamenti  e delle leggi elettorali che sono la base della credibilità di un paese?

Carissimo presidente chi ha sbagliato nel presentare sia le firme che le liste non è il popolo ITALIANO che lei dovrebbe  difendere ma una piccolissima parte di un partito politico anche se grande che già in passato lei con la scusa che doveva firmare e accusando dei cittadini Italiani che non conoscevano la Costituzione che invece la conoscevano benissimo e lei nonostante tutto ha avvallato decreti o leggi non consone al rispetto del POPOLO ITALIANO  sentendosi poi accusato da quella parte politica che lei ha favorito e non ascoltando chi la supplicava di non firmare  sia inviandole migliaia di imeil nella sua residenza al Quirinale o lungo tutta la penisola dove lei andava.

Oggi le ripeto è morta la democrazia di questo paese e forse lei non se ne accorto ma la popolazione non è soddisfatta del suo operato e credo che nei prossimi giorni ne vedremo delle belle

Un saluto da un ITALIANO CHE FINO AD OGGI CREDEVA NELLA REPUBLICA E NEL SUO PRESIDENTE MA DA OGGI NON PIU?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lettera aperta napoitano

permalink | inviato da laion il 6/3/2010 alle 15:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

26 febbraio 2010
AVVISO MORTUARIO OGGI 25/02/2010 E’MORTA LA GIUSTIZZIA
AVVISO MORTUARIO OGGI 25/02/2010 E’MORTA LA GIUSTIZZIA





Con la sentenza emanata ieri dalla corte di cassazione sul processo Milss è morta la giustizia in Italia.

Ma cosa dice la cassazione “” TU SEI STATO CORROTTO NE O LE PROVE MA TI DEVO ASSOLVERE PERCHE IL REATO E’ PRESCHITTO “” e come dire ti ho visto uccidere ho i le prove inconfutabili ma ti devo lasciare libero di rifarlo perche la legge mi impedisce di condannarti perche l’inoltro delle prove le ho presentate tre mesi più tardi.

Io mi domando se questo è il modo di fare giustizia e se questo può essere la giustizia nel nostro paese e mi domando se al posto di Milss come persona incriminata per sua ammissione sulla corruzione ci fosse stato un cittadino con meno denari per farsi difendere con un avvocato che non ha tutti gli agganci politici che anno gli avvocati di Milss come si sarebbe comportata la corte avrebbe dato lo stesso verdetto sapendolo colpevole o lo avrebbe condannato e la risposta me la do da solo io credo di no perche Milss implica anche il presidente del consiglio e pertanto avrebbe dovuto prendere le decisioni del caso perche riconosciuto corruttore e per dire la verità la sentenza della cassazione dice che Berlusconi è il corruttore di Milss mentre l’altro non ha nessuno e pertanto condannabile

Ma mettiamo per assurdo che al posto di corruzione si fosse trattato di omicidio con la sentenza di ieri chi avrebbe commesso il reato di omicidio oggi sarebbe libero,credo che in certi casi quando ci sono le prove accertate il giudice non dovrebbe tenere conto della prescrizione del reato a prescindere di chi fosse l’accusato, ecco perche dico che la giustizia in Italia è morta se riesco a capirlo io che come titolo di studio ho solo la quinta elementare credo che lo capiscono tutti

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cassazione berlusconi milsss

permalink | inviato da laion il 26/2/2010 alle 15:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

4 ottobre 2009
Con quale credibilità andiamo a parlare al paese dopo la assenza dei parlamentari del PD al momento delle votazioni
Con quale credibilità andiamo a parlare al paese dopo la assenza dei parlamentari del PD al momento delle votazioni

Era da molto tempo che non postavo più sul cannocchiale ma oggi mi sono sentito di fare alcune considerazioni sugli ultimi accadimenti
1 ) le assenze dei parlamentari quando vi sono votazioni cosi importanti che guarda caso se erano presenti oggi non staremmo qui a leccarsi le ferite perche il decreto non sarebbe passato e avrebbe messo in difficoltà il governo e non vi sarebbe nessun motivo per criticare il presidente Napolitano , se è vero che l’elenco dei parlamentari assenti pubblicati su alcuni giornali per il 90% erano dell’area teodem e all’oro domando ( perche non credo che siano malati almeno non prendeteci per i fondelli ) con questa mossa cosa volevate fare o volete dire che non bisogna eleggere Bersani come segretario ?? Scusatemi per la domanda ma io sono una persona che pensa sempre male e dice sempre quello che pensa ma come dice il proverbio a pensar male si indovina sempre se è questa la motivazione forse è meglio che usciate dal PD adesso prima del congresso perche nel PDnon vi bisogno di chi fa il voltagabana, perche la base e cioè gli elettori che anno fatto i congressi discutendo a volte arrabbiandosi non anno bisogno di persone che minano il PD per non farlo crescere
2 ) di oggi la notizia di Chitti che dice di non fare alleanze con Di Pietro e critica chi a attaccato il Presidente della Repubblica uno di questi sono io che o scritto una mail prima della firma e un’altra dopo per criticarlo della risposta dato a dei cittadini che gli chiedevano di non firmare ( fatto registrato e fatto vedere in televisione ) mail che tutti potete leggere collegandosi al blog http://leonespaccia.over-blog.it mi domando perche un cittadino Italiano non può criticare il presidente della repubblica se questi da una risposta come quella che a dato e cioè in sintesi ; “ tu no capisci niente tu non conosci la costituzione e i miei doveri “ perche cosi a risposto a quei cittadini il presidente Napolitano che gli chiedevano di non firmare il decreto e non erano pochi
All’ora carissimo Chitti io lo critico e mi sento in dovere di criticarlo e criticare anche voi parlamentari eletti dal voto popolare che ci rappresentate in parlamento quando non fate il vostro dovere con la partecipazione attiva e propositiva e non è la prima volta che sono mancati i nostri parlamentari all’atto finale del voto di fiducia prima sulla costituzionalità e sono mancati i nostri parlamentari per la seconda volta anche al momento del voto finale del decreto dello scudo fiscale , certo io personalmente non condivido il modo di esprimersi di Di Pietro ma devi convenire che su molti temi a ragione il PD non fa opposizione come dovrebbe farla o perlomeno dal di fuori questo e quello che si recepisce
Bisogna essere umili e dare più ascolto alla base se vogliamo riprenderci altrimenti non vi è congresso che tenga non avremo mai la vocazione maggioritaria per governare questo paese
Un saluto



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica critiche chitti

permalink | inviato da laion il 4/10/2009 alle 14:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

12 luglio 2009
la confusione regna sovrana

 

La confusione regna sovrana

È da molto tempo che non scrivevo sul blog ma oggi o per meglio dire questa sera o ripreso  in mano la tastiera del mio notebook per scrivere il mio disaggio e la mia indignazione  che vado subito ad scrivere

1)Le candidature per le primarie sembra che possano accedervi cani e porci basta trovare le poche firme partecipare alle primarie a me sembra ridicolo che si possa partecipare in questo modo e mi spiego meglio oggi ne o lette di cotte e di crude vi è l’annuncio di svariati personaggi tipo che annunciano la loro partecipazione  Grillo,Dipiertro, ecce……. Ecc….. iscrivendosi e poi le firme le anno già in tasca belle e confezionate lo fanno per far sparire o meglio ancora per far scindere le varie anime che oggi si manifestano all’interno del PD per il loro tornaconto politico

2)Altra cosa che ho letto in questi giorni è sulla questione morale sollevata da un candito alla segreteria l’uscita a avuto il suo effetto a rivitalizzato la stampa del padrone ma quello che più almeno a me a dato fastidio e che le affermazioni sono  uscite proprio da chi sapeva e se non lo sapeva a agito in malafede perche il personaggio in questione prima che si scoprisse non aveva mai dato prova di essere quello che è e il circolo di cui era il rappresentante lo anno subito espulso 

Ora io vorrei fare una domanda a chi è preposto al rispetto dello statuto non sarebbe il caso di modificare lo statuto in modo che a partecipare e candidarsi per la guida del partito  debbano essere iscritti da almeno un anno  e cosi facendo si eliminano tutte quelle  persone  tipo Dipietro,Grillo e altri personaggi simili che mirano solo allo sfascio per il loro personale tornaconto politico facendo chiarezza e eliminando la confusione che come oggi regna su questa parte?

Un’altra richiesta la vorrei fare ai partecipanti di essere seri e di farci sapere cosa vogliono fare e quale è la loro proposta  perche almeno cosi anche noi valuteremo con serenità le loro proposte

Sperando in una risposta un saluto

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. confusione regna sovrana pd

permalink | inviato da laion il 12/7/2009 alle 19:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

1 giugno 2009
si puo vincere una gara lealmente?
Se una gara si pio vincere lealmente<BR>Oggi 1 giugno 09 in una mattinata uggiosa ero intento a vedere un vecchio film e nello stesso tempo riflettevo su come erano state vinte le elezioni politiche riflettevo su questo proprio in relazione a ciò che scorreva nelle immagini di quel vecchio film dove si metteva in evidenza ciò che può fare un uomo ricco e un uomo di media borghesia , l’uomo ricco metteva in campo tutto ciò che era possibile mettere in campo soldi, mezzi non leciti, scorrettezze di ogni tipo mentre l’uomo di media borghesia andava avanti con le sue possibilità usando la correttezza la sua onestà per vincere.<BR>Tutto ciò mi faceva come scrivo a monte riflettere su come è condotta la campagna elettorale in queste ultime settimane che ci conducono al voto per l’Europa , mi vedevo scorrere davanti tutti gli avvenimenti passo dopo passo e nel contempo riflettevo come si è arrivati a questo punto dove sin dal primo annuncio che nelle liste del PDL sarebbero state incluse delle ragazze che pur avendo una istruzione adeguata ma non sufficientemente politica (perche la politica non si fa nei salotti o nelle sale dei fotografi) poi peraltro dopo l’uscita della denuncia della moglie del Presidente del PDL e della decisione di lasciarlo sono in parte state escluse come affermato da una intervista rilasciata da una di loro alla candidatura di personaggi che anche se venissero eletti non andrebbero al parlamento Europeo ma costretti a dimettersi un secondo dopo perche anno un incarico nel parlamento Italiano e dall’atra parte il Pd che candida persone con anno incarichi e che eletti sanno presenti tutti i giorni nei banchi del parlamento Europeo <BR>Ma ciò che più mi a fatto riflettere sulla sincerità dei personaggi o il più (chiamiamolo ricco) importante personaggio inizia con una serie di menzogne sui fatti del terremoto proseguendo con i fondi per la ricostruzione poi vi è l’affare personale che poi una volta che sei un personaggio politico personale non lo è più , l’affare personale è quello legato a Noemi , alla presa di posizione della moglie , alle accuse del Giornale (di proprietà del presidente del consiglio) a Repubblica , dalla difesa (per me indifendibile) degli uomini più fedeli e perciò più chiusi nel vedere più in là del proprio naso come Del Pietro , Cicchito, ecc.. ecc.. ,al far passare la moglie come una poco di buono (leggi intervista Santanche) denigrando l’onorabilità di una donna che no si è mai vista se non nel 1994 al g8 di Roma si è soltanto fatta sentire due volte e sempre per la stessa cosa una 5 o 6 anni fa e oggi per l’affare veline <BR>Mentre dall’altra parte il medio borghese che mette in evidenza le varie contraddizioni dei comportamenti e iniziative che prende contrapponendo le proposte le iniziative che si potrebbero prendere per risolvere almeno in parte le situazioni che il paese sta passando e facendo notare marcandola che chi oggi sta governando non è sincero (chiamatemi puritano ma non sopporto chi mi sta prendendo per i fondelli ) che non dice la verità che sta facendo credere che tutto va bene mentre basta uscire di casa per vedere ciò che sta succedendo, basta accompagnare la consorte a fare la spesa per mangiare in non una boutik ma in un supermercato di seconda categoria dove la merce non è di prima qualità per vedere se tutto va bene perche devi fare il conto mano a mano che metti ciò che ai preso in mano per vedere se i denari che ai sono sufficienti per l’acquisto, sta facendo notare che non si può governare insultando giorno dopo giorno chi non è d’accordo con chi governa con disprezzo è arroganza.<BR>E più riflettevo e più vedevo il finale di quel vecchio film che stava scorrendo in televisione dove un ragazzo viziato con il padre ricco e prepotente faceva cadere da cavallo la ragazza medio borghese e togliendo il punto di riferimento della pista dove si stava gareggiando ma il ragazzo ricco e viziato nonostante avesse perso a provato a far squalificare la ragazza medio borghese riusciendoci ma per poco dimenticando che in tasca aveva la prova che ridava la vittoria alla ragazza .<BR>Scrivo questo per dire che se uno è arrogante scorretto prima o poi la verità vene a galla e prima o poi la popolazione ti punisce ricacciandoti e facendoti pagare tutto come già oggi si inizia a sentire a leggere ciò che la popolazione dice del comportamento del governo e da come fa le leggi , decreti che basta leggerli attentamente anche da chi non l’istruzione universitaria per capire che e solo carta e che li non vi sono i soldi per coprire ciò che si legge.<BR>Spero che il popolo si inizi a svegliare dal torpore a cui è stato portato per ricacciare indietro chi ci sta portando nel baratro  <BR><BR><BR>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poitica vincer gara lealmente

permalink | inviato da laion il 1/6/2009 alle 12:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

8 maggio 2009
il grande inganno dei fondi sulla ricostruzione
Oggi scorrendo i vari giornali o notato questa considerazione sui fondi destinati alla ricostruzione dei paesi terremotati della provincia dell’Aquila e notato che anche la dottoressa Rosella Graziani a rilevato ciò che scrissi sul mio blogg allindomani dell’uscita del decreto sulla ricostruzione ed all’ora scrissi se questi sono i finanziamenti poveri Aquilani perche anchio come la dottoressa mettevo in evidenza che non vi erano soldi e che tutto meno un terzo ricadeva sulle spalle dei terremotati e che quei pochi soldi che il governo aveva detto di esserci non erano altro che soldi già stanziati per affrontare la crisi che ci sta attanagliando tutti e sono nello specifico i soldi della social card e il bonus famiglia dirottati a coprire l’emergenza in Abruzzo e tutta l’altra parte del decreto era solo fumo come peraltro spiega molto dettagliatamente la dottoressa Rosella Graziani che spero non se ne voglia se o preso la sua lettera pubblicata sul MESSAGGERO.IT apparso questa mattina su sulla sezione posta dei lettori copiata piu in basso lo fatto perche anchio voglio dare maggiore visibilità a ciò che questo governo promette ma non da e a far capire che per la ricostruzione ci vogliono soldi veri e non solo sulla carta come peraltro a notato anche lei scrivendo al MESSAGGERO o cercato se vi era alla fine del suo articolo un indirizzo email per poter chiederle la sua autorizzazione per pubblicare la sua lettera non avendolo trovato lo pubblicato lo stesso pensado di farle cosa gradita in modo che anche chi non legge questo tipo articoli possa essere informato la ringrazio sin dora.  <BR>Il messaggero .IT Posta dei lettori<BR>Titolo il grande inganno del dopo terremoto<BR>Da un primo esame del Decreto legge n. 39 saltano agli occhi queste particolarità: all’art. 3 non si parla di una cifra specifica, ma nella relazione tecnica allegata si indica la somma di €150.000,00 quale tetto massimo spettante ai singoli cittadini per la prima casa. Orbene, la cifra che sarà poi effettivamente riconosciuta a ciascuno degli aventi diritto, per un terzo dovrà essere coperta con un mutuo a tasso agevolato a carico del cittadino, e per un altro terzo dovrà essere anticipata, sempre dal cittadino, che potrà recuperarlo nell’arco di 22 anni non pagando le imposte, mentre lo stato interviene con denaro liquido solo per l’ultimo terzo.<BR>Sennonché la caratteristica dell’Aquila e degli altri comuni colpiti è quella di centri storici di particolare valore, costituiti da un grandissimo numero di edifici antichi e pregevoli, 320 dei quali, di proprietà privata, sono sottoposti a vincolo da parte della Soprintendenza. Ci sono poi altri 800 edifici pubblici, qualificati di interesse storico, archeologico e artistico. Ora, come è possibile che un privato possa farsi carico della ricostruzione o del restauro di un edificio vincolato o semplicemente di pregio, accollandosi il 66% della spesa? Si comprende allora come il Decreto legge n. 39, se resterà nelle sue linee essenziali così come è stato concepito, costituirà l’atto di morte di una città e di tutti gli altri centri terremotati, che resteranno nei decenni avvenire cumuli di macerie e di edifici spettrali, cadenti e abbandonati.<BR>Ma nel decreto n. 39 c’è anche di peggio: all’art. 3, comma 1 , lettera c, si dispone che se un immobile, gravato da un mutuo, è andato distrutto, la Società Fintecna, a richiesta del privato cittadino. si accollerà il mutuo nei limiti del contributo che al predetto è stato riconosciuto, ma diverrà proprietaria di quel che resta dell’immobile. Se però il mutuo supera il contributo riconosciuto, la conseguenza parrebbe essere, dall’esame della norma, che il cittadino dovrà continuare a pagare la parte residua del mutuo: insomma non avrà più la casa ma continuerà a pagare il mutuo. Il rischio è che la città vada per gran parte nelle mani della Fintecna. Ma se, come è facile prevedere, il cittadino non riesce, col contributo e con il mutuo a tasso agevolato, a coprire l’intera spesa per il restauro o la ricostruzione (rispettando, si spera, le norme antisismiche), dovrà contrarre un ulteriore mutuo, a tasso di mercato, con la banche. Insomma quello delineato dal decreto n. 39 è un meccanismo infernale che consegnerà una città nelle mani di banche, finanziarie e usurai.<BR>L’ultima perla del decreto: dopo aver dichiarato la città “zona franca”, lo Stato non rinuncia a pretendere da quegli sventurati cittadini che si faranno carico della ricostruzione, il pagamento dell’IVA al 20% ( art. 3, comma 1°, lettera d). Ecco cosa miravano a coprire le tante “passerelle” e sceneggiate e come fosse interessata l’esaltazione della dignità degli abruzzesi, “forti e gentili”. <BR><BR>Dott.ssa Rosella Graziani<BR>cittadina di L’Aquila; attualmente ospite del padre, insieme alla sua famiglia, in Paglieta (CH)<BR><BR><BR>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. grande inganno ricostruzione

permalink | inviato da laion il 8/5/2009 alle 10:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

29 aprile 2009
se questo è il decreto povero abruzzo
Ero intento a leggere dei giornali online e mi sono imbattuto in un articolo che riporta il decreto per il terremoto in Abruzzo che riporterò più sotto ma leggendolo (perche è molto articolato) a prima vista mano a mano che andavo avanti mi domandavo ma dove sono i soldi promessi per ricostruire se tutto va bene le prime case si inizieranno a ricostruire fra 4 anni anche perche tolti i soldi per le casette di legno (come da plastico presentato da Ghedini nella trasmissione di Santoro e qui ci sarebbe altro da dire) non se ne vedono
LA MODULAZIONE DEI FABBISOGNI FINANZIARI - Il decreto legge è in Gazzetta Ufficiale. Per la grande maggioranza degli interventi, ad eccezione del cosiddetto Piano C.a.s.e, esso è finanziato con la seguente modulazione finanziaria: 1.152,5 milioni di euro per l’anno 2009, 539,2 milioni di euro per l’anno 2010, 331,8 milioni di euro per l’anno 2011, 468,7 milioni di euro per l’anno 2012, 500 milioni di euro per il 2013 e il 2014, 394,8 milioni di euro per il 2015, a 239 milioni di euro per l’anno 2016, a 133,8 milioni di euro per l’anno 2017, a 115,6 milioni di euro per gli anni dal 2018 al 2029, a 81,8 milioni di euro per l’anno 2030, a 48 milioni di euro per l’anno 2031, a 14,2 milioni di euro per l’anno 2032 e a 2,9 milioni di euro a decorrere dall’anno 2033. Per il Piano C.a.s.e., invece, e’ autorizzata a parte una spesa di 400 milioni di euro per l’anno 2009 e 300 milioni di euro per l’anno 2010.

LA COPERTURA FINANZIARIA - La copertura finanziaria è assicurata in questo modo. 350 milioni di euro complessivi (anni 2010 e 2011) vengono dallo storno dei fondi di cui alla Legge n.126/2008, Disposizioni urgenti per salvaguardare il potere di acquisto delle famiglie: quello dell’esenzione ICI e della rinegoziazione dei mutui, per intenderci. Altri 300 milioni di euro per il 2009, dallo storno dei fondi per il cosiddetto bonus famiglie previsto dalla Legge n.2/09. Altri 380 milioni per il 2009, verranno dalle risorse (previste dallo stesso decreto) derivanti da un minor contributo alla spesa farmaceutica da parte dello stato, quindi da una riduzione del Fondo Sanitario nazionale. Fanno, in totale, 1.030 milioni di euro per il periodo 2009-2011 (precisamente, 680 milioni nel 2009, 150 nel 2010 e 200 milioni nel 2011. Molte risorse, come è scritto all’articolo 18 del decreto legge (quello sulla copertura finanziaria) verranno dall’ utilizzo di quota parte delle maggiori entrate recate dal presente decreto. Si tratta delle risorse delle risorse per i “giochi e lotterie”. In totale sono 4,764 miliardi di euro, spalmati dal 2009 al 2033. Le maggiori entrate - comunque non inferiori a 500 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2009 - deriveranno da una serie di disposizioni che vanno dall’indizione di nuove lotterie ed interventi sul lotto a quelli sui concessionari della rete telematica per la gestione degli apparecchi da gioco. Il resto dei soldi verrà dai fondi Fas, come si è detto qualche giorno fa, per una cifra variabile da 2 a 4 miliardi di euro secondo le disponibilità del periodo 2007-2013.
Come avrete notato di soldi veri non ce ne sono ovvero i soldi ci sono ma sono quei soldi che all’inizio d’anno avevano dato ai poveri per poter ridare il via all’economia interna ma andando avanti si potrà notare gli ultimi finanziamenti (sempre sulla carta) arriveranno nel 2033 perciò mai prevedo che avremo una seconda bidonville come in Campagna dove dopo trent’anni aspettano la ricostruzione
Se questa e la ricostruzione mi aspetto che il PD prenda una seria posizione perche per adesso anno solo stornato i soldi previsti dal bonus famiglia e dal fondo sanitario e a leggere anno tolto i fondi che andavano a ricoprire i fondi tolti ai comuni al posto dell’ICI poi il deserto solo soldi sulla carta
Ora mi chiedo quale sarà la valutazione e quando il PD farà una dichiarazione in merito ? o dobbiamo assistere come in passato che Di Pietro ci scavalchi e ne faccia una sua battaglia politica?



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. decreto abruzzo politica

permalink | inviato da laion il 29/4/2009 alle 17:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

18 aprile 2009
una nuova censura
Era da un po’ che non scrivevo un post in questo blog ma o curato un altro blog personale ma oggi dopo aver letto su ok notizie e su articolo 31 una notizia che riguardava la trasmissione di Fazio che tempo che fa mi sono sentito in dovere di scrivere e fare una richiesta ai nostri eletti di fare una richiesta di una interrogazione urgente a chi si occupa di rai nella maggioranza di questo paese , la notizia è questa sembra che sia venuto da parte del governo il divieto di fare una trasmissione (peraltro già in programma e consentita dagli stessi che oggi non vogliono più che si faccia) sui cento anni della senatrice Rita Lev i montalcini a dirlo e lo stesso curatore della trasmissione Mezzetti affermando che” circa un mese fa (come accennavo pocanzi) avevamo ricevuto il benestare dalla rete e si è anche provveduto ad annunciare la presenza della senatrice ,intellettuale e premio nobel e invece ieri ci è stato comunicato in maniera informale che la cosa non era più possibile”
Ora dopo la prova di forza con Santoro stanno provando anche a censurare(perche di censura si tratta) la trasmissione di Fazio con la non presenza della Montalcini con la già annunciata trasmissione per festeggiare i suoi cento anni ecco perche dicevo sopra della richiesta di una interrogazione urgente in parlamento da parte dei nostri gruppi parlamentari chiedendo una spiegazione a ciò
Per quel che riguarda la mia persona mi sto domandando perche debbo pagare un abbonamento (peraltro obbligatorio pena sanzione amministrativa) se poi si debba assistere a queste mosse censorie nei confronti di giornalisti da una parte e di presentatori che fanno il loro lavoro che a volte andando contro e mettendo in luce ciò che non va per quel che riguarda il settore giornalistico e dall’altra i presentatori che fanno interviste a uomini e donne di cultura aggiornando e informando su ciò che emerge nell’attualità sia politica che di scienza e culturale a chi da fastidio che trasmissioni di questo tipo vadano in onda e perche ancora non o sentito e letto nulla in merito da parte dei nostri parlamentari?????
Io mi sento indignato per ciò che sta avvenendo ma riflettendo (perche io personalmente sono nato alla fine della guerra e prima della nascita della Repubblica Italiana) anche negli anni trenta inizio con la censura dei giornali non di parte per poi finire con l’emissioni delle leggi razziali non vorrei che che siamo arrivati anche oggi come all’ora ripeto ecco perche chiedo che almeno i nostri parlamentari prendano posizione su ciò che sta accadendo con le censure di questi giorni
Un saluto SPACCIA LEONE Capranica Viterbo



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. censura fazio che tempo che fa

permalink | inviato da laion il 18/4/2009 alle 16:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia aprile